web builder


KINESIOLOGIA 

ILARIA MARIA LAMBERTI yoga, stretching, pilates a Udine

ILARIA MARIA LAMBERTI

PERSONAL TRAINER POSTURALE
CONSULENTE IN KINESIOLOGIA SPECIALIZZATA
INSEGNANTE YOGA PER BAMBINI
EDUCATRICE ALIMENTARE
ISTRUTTORE ASSOCIATA AKSI

E ilaria@lostudioudine.it
T 328 904 77 90

KINESIOLOGIA SPECIALIZZATA

La Kinesiologia Specializzata è una disciplina bioenergetica che basa i suoi principi sulla considerazione dell'individuo nei suoi vari aspetti e livelli (fisico/emotivo/mentale) per il riequilibrio e l'armonizzazione degli stessi; questi aspetti interagiscono uno con l'altro quindi una disarmonia in uno di questi influisce anche sugli altri creando uno stato di squilibrio che non origina necessariamente nel livello in cui si manifesta. La K.S. opera attraverso la ricerca delle possibili fonti e cause energetiche determinanti lo squilibrio e lavora definendo un obiettivo (traguardo) positivo, ecologico e raggiungibile che si focalizzerà sul potenziale e non sul sintomo o sul disagio, considerati invece solo come punto di partenza del lavoro. Attraverso tecniche appropriate il cliente verrà accompagnato ad esprimere tale potenziale che favorirà la riorganizzazione del sistema verso uno stato di benessere.

La K.S. opera utilizzando un modello educativo nel pieno rispetto della persona e delle sue scelte, permettendo così alla persona stessa di acquisire nuova consapevolezza di ciò che è meglio per sé, per la sua energia e vitalità.

Come suggerisce la radice del nome "kinesis" il movimento e quindi i muscoli sono parte integrante di questo processo, non solo come funzionalità propria, ma come indicatori di specifiche aree energetiche sulla base di uno stretto rapporto muscolo/organo/meridiano. Infatti, lo strumento d'indagine utilizzato è il test muscolare di precisione che non mira a valutare la forza dei muscoli ma la qualità e la velocità di risposta; attraverso il test si rileva come è distribuita l'energia, si ottengono informazioni su squilibri e risorse, non si eseguono diagnosi di tipo medico. A questo punto attraverso varie tecniche di correzione scelte su base prioritaria e con l'ausilio del test muscolare, si avvia il processo di riequilibrio. Le tecniche più utilizzate si avvalgono di: stimolazioni, tocchi di punti riflessi, esercizi per l'integrazione emisferica, consapevolezza sulle abitudini alimentari, educazione a un miglior stile di vita, stimolazione dei meridiani, tecniche di rilassamento e di dispersione dello stress, ecc.

Con la K.S. si ottengono miglioramenti e benefici nelle seguenti aree: gestione dell'ansia e dello stress, problemi articolari e posturali, emicranie e cefalee, difficoltà di coordinazione motoria, problemi di apprendimento, difficoltà di concentrazione, disturbi del sonno e psicosomatici, problemi digestivi, controllo del peso, sensibilità e intolleranze alimentari, serenità, buonumore, energia vitale, energia fisica, emotiva e mentale, risorse intellettuali e lavorative.

Gli incontri sono individuali e rivolti a tutti, adulti e bambini!
 

KINESIOLOGIA DELL’APPRENDIMENTO

La kinesiologia dell’apprendimento è una branca della Kinesiologia Specializzata che permette di tirare fuori le proprie potenzialità di apprendimento attraverso specifici esercizi che possono essere applicati facilmente in qualsiasi situazione di apprendimento, per favorire l’integrazione emisferica e per accedere meglio al pieno potenziale cerebrale necessario per un apprendimento integrale e senza stress.

Spesso sono alcune condizioni superabili che impediscono al nostro cervello di permettere il passaggio di informazioni dal nostro emisfero cerebrale sinistro (più logico, attento ai dettagli, all’analisi, alle differenze, utilizzato per la lettura, la scrittura e l’ortografia, per la pianificazione e l’organizzazione) a quello destro (più intuitivo, che ha una visione d’insieme, che ricerca il senso, utilizzato per il disegno, le immagini) e viceversa. Infatti, il fine ultimo della K. dell’apprendimento è quello di ottenere l’integrazione cognitiva tra i due emisferi per rendere l’apprendimento facile e possibilmente senza sforzo eccessivo. 

Situazioni di apprendimento si trovano in tante occasioni della vita quotidiana, non solo a scuola e ognuno di noi sviluppa fin dalla nascita il suo stile di apprendimento individuale e unico (passaggio dalla posizione sdraiata a quella seduta, il gattonare fino allo stare in piedi e camminare). 
Il movimento è un presupposto necessario ed essenziale per l’apprendimento, il feto sperimenta già nel grembo della madre le leggi della gravità e, basandosi su questa esperienza sviluppa l’udito e la vista.
L’apparato vestibolare responsabile del mantenimento dell’equilibrio è collegato ai muscoli principali della schiena e dell’addome e il loro primo lavoro consiste nell’alzare la testa; questo permette al neonato di udire e vedere meglio…da questo momento in poi la libertà di movimento diventa molto importante per lui. Il gattonare come movimento incrociato stimola lo sviluppo del corpo calloso (tessuto che collega i due emisferi), in questo modo i due lati del corpo, incluso le braccia, le gambe, le orecchie e gli occhi, collaborano. Se il bambino salta la fase del gattonare si possono manifestare più tardi delle difficoltà di apprendimento per esempio nella lettura.

Gli organi sensoriali (occhi, orecchie, naso e lingua) si orientano secondo gli stimoli e gli input che arrivano dall’esterno grazie ai movimenti della testa; i piccoli movimenti degli occhi permettono la vista tridimensionale e a lunga distanza, la percezione periferica e la focalizzazione su piccole lettere. Il movimento prepara anche alla percezione uditiva ed olfattiva. Attraverso il movimento esprimiamo sul nostro viso emozioni come gioia, tristezza, rabbia e così entriamo in relazione con gli altri. 
Dietro ad ogni lettera e cifra scritta c’è un movimento; lettere e cifre vengono percepite ed ancorate nella muscolatura e trovano espressione nel movimento della scrittura. L’apprendimento implica la costruzione di abilità e ogni tipo di abilità si sviluppa attraverso il movimento dei muscoli. La scrittura si manifesta attraverso il movimento della mano e contemporaneamente si innesca un processo di pensieri; le parole pronunciate, causate da numerosi muscoli facciali, dalla lingua e dalle corde vocali, ci permettono di mettere ordine e sviluppare i nostri pensieri. Quindi il movimento aiuta a sviluppare i pensieri e di conseguenza l’apprendimento. 

Un blocco d’apprendimento è legato all’incapacità di affrontare lo stress e l’insicurezza legato all’apprendimento di un nuovo compito che se diventa sinonimo di stress e fatica, i due emisferi non collaborano come dovrebbero quindi il cervello non lavora più nella sua totalità. Le energie vengono assorbite dal sistema di sopravvivenza e non possono circolare liberamente per alimentare tutte le parti del cervello. Si crea così un blocco che può essere superato con determinati esercizi specifici… appunto gli esercizi di attivazione kinesiologica. Ogni qualvolta facciamo dei movimenti mirati, il cervello viene attivato e gli emisferi si integrano così si apre da sé la strada per l’apprendimento. 

CORSI DI TOUCH FOR HEALTH

Il Touch for Health nasce dalla Kinesiologia Specializzata e rappresenta un primo approccio a questa disciplina. I corsi di Touch for Health 1, 2, 3, 4 rappresentano le fondamenta della Kinesiologia e sono le basi della formazione di migliaia di kinesiologi nel mondo.

Il programma del Touch for Health è presentato in 4 seminari di 2 giorni l'uno.

Per informazioni contattare Ilaria Maria Lamberti, istruttore certificato di Touch for Health (IKC).